BLOG

30 Marzo 2009

Mario Merelli: il cambiamento

Inserito in News da Stefano

Altri due giorni di cammino e finalmente si inizia a salire , entrando in un ambiente decisamente più montano, anche se la quota è ancora lontanissima da quella definita "alta".

Lasciata la località di Jagat, dove Mario ha campeggiato ieri, si prosegue fino a un bivio importante, da cui parte un percorso in direzione ovest che porta verso il campo base di uno dei più grandi e alti massicci montuosi del Nepal, quello dell’Himal Chuli (7.893 m). Il sentiero principale prosegue poi per le località di Besishar, punto di partenza o arrivo di molti importanti trekking nella regione. I nostri amici hanno proseguito lungo il corso del Buri Gandaki che in questa zona si incunea in bellissime gole, salendo infine in modo più deciso fino a raggiungere Deng (1.800 metri), dove trascorreranno la notte. Deng è il primo villaggio dove la popolazione è di origine tibetana. Diversi sono i lineamenti delle persone e lo stile delle case, diversa è la lingua che si sente parlare e la religione, il buddhismo, sarà sempre più presente sul territorio coi suoi simboli, Chorten, bandiere di preghiera e Mantra incisi sulle pietre.

Non lontano da qui si innalza una delle montagne più belle, il Sringi Himal (7.187 m)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*